Usi e tradizioni per un matrimonio a tema tra medioevo e rinascimento

 Pubblicato: Jan 24, 2023

 Aggiungi ai preferiti

Cari sposi, leggendo questo titolo potreste pensare: cosa c’entra il medioevo e il rinascimento con il nostro matrimonio? In effetti, la considerazione potrebbe essere lecita, ma, se leggerete con attenzione il breve articolo che abbiamo scritto noterete analogie e tradizioni che provengono e ci sono state tramandate  proprio da quelle epoche. Se l’argomento stuzzica la vostra curiosità, mettetevi comodi, dedicateci alcuni minuti perché oggi parleremo di come si svolgeva il matrimonio in epoche antiche e di alcune tradizioni che ci sono state tramandate nel corso dei secoli.

Amici, sarà interessante sapere che Il matrimonio nel medioevo era generalmente un'unione tra due famiglie, tale unione era finalizzata con lo scopo di consolidare alleanze politiche ed economiche. La scelta del partner spesso era basata su considerazioni pratiche piuttosto che sull'amore romantico come da noi oggi inteso. Le donne erano considerate proprietà dei loro mariti e non avevano diritti legali. I matrimoni erano una sorta di contratto ed erano solitamente combinati dalle famiglie e spesso i partner si conoscevano solo poco prima del matrimonio: meglio ora vero?

Se amate e vi sentite affascinati da questi due periodi storici e volete quindi organizzare un matrimonio storico in stile medievale oppure rinascimentale e convolare in nozze magari in un bel castello, sarà opportuno conoscere bene queste due epoche e in particolar modo le tradizioni ed usanze e l'influenza che hanno avuto fino a i giorni nostri. Vediamole insieme!

Il matrimonio nel medioevo: usi e tradizioni

Nel Medioevo, le tradizioni matrimoniali erano assai diverse rispetto a quelle odierne. Tuttavia, alcune tradizioni antiche sono ampiamente riscontrabili ai tempi nostri.

  1. Il matrimonio per procura: i rappresentanti delle due famiglie firmavano un contratto matrimoniale in nome dei futuri sposi.
  2. Il matrimonio in chiesa: il matrimonio veniva celebrato dal prete all'interno della chiesa, in presenza dei testimoni. In realtà tutto molto simile al matrimonio odierno
  3. La dote: la famiglia della sposa forniva una dote al futuro marito, come simbolo del suo valore economico. Questa pratica ormai quasi totalmente scomparsa è ancora presente in alcune regioni del nostro meridione.
  4. Il banchetto: dopo la cerimonia, ci si riuniva per un banchetto in onore degli sposi.
  5. Il giuramento d'amore: gli sposi si giuravano amore e fedeltà l'uno all'altro davanti a Dio e alla comunità.
  6. La consumazione del matrimonio: la notte di nozze, gli sposi consumavano il loro matrimonio, era una pratica non obbligatoria.
  7. Il matrimonio riparatore: si celebrava per riparare un'offesa fatta alla famiglia.
  8. Il matrimonio politico: si celebrava per legare due famiglie tra loro o per consolidare alleanze politiche ed economiche.

Il matrimonio nel rinascimento: usi e tradizioni

Il matrimonio nel Rinascimento seguiva ancora molte delle tradizioni del Medioevo, ma c'erano comunque alcune differenze significative, vediamole insieme:

  1. Il matrimonio per amore: durante il Rinascimento, cominciò a diffondersi l'idea che il matrimonio dovesse basarsi sull'amore romantico tra gli sposi.
  2. Il matrimonio in famiglia: il matrimonio era ancora un'unione tra due famiglie, ma cominciò ad essere considerato una questione privata e non solo pubblica.
  3. La dote: la dote continuava ad essere un'importante tradizione del matrimonio, ma cominciò a essere considerata meno importante delle qualità personali degli sposi.
  4. Il banchetto: il banchetto continuava ad essere una parte importante del matrimonio, ma divenne più elaborato e sofisticato per mostrare il prestigio e la ricchezza della famiglia degli sposi.
  5. Il giuramento d'amore: gli sposi continuavano a giurarsi amore e fedeltà l'uno all'altro, ma l'enfasi sull'amore romantico cominciò a diventare più forte.
  6. La consumazione del matrimonio: la notte di nozze continuava ad essere considerata importante, ma cominciò a essere vista come una questione privata tra gli sposi.
  7. Il matrimonio riparatore: continuava ad essere celebrato per riparare un'offesa fatta alla famiglia Tuttavia, cominciò ad essere visto come meno importante rispetto al matrimonio per amore.
  8. Il matrimonio politico: continuava ad essere celebrato per legare due famiglie tra loro o per consolidare alleanze politiche ed economiche.

 

Tradizioni matrimoniali del medioevo e rinascimentali tramandate fino ad oggi

Dopo aver visto come veniva strutturato il matrimonio medievale e rinascimentale, vediamo insieme quali sono le tradizioni ancor oggi presenti nel matrimonio moderno:

  1. Il giuramento d'amore: gli sposi continuano a giurarsi amore e fedeltà l'uno all'altro durante la cerimonia matrimoniale.
  2. Il banchetto: il banchetto è ancora una parte importante del matrimonio, anche se è diventato più sofisticato e al passo con i nostri tempi.
  3. Il vestito da sposa: il vestito da sposa è una tradizione che deriva dal Medioevo, anche se oggi è diventato molto più elaborato e personalizzato.
  4. Le fedi nuziali:  anche le fedi nuziali sono una tradizione che deriva dal Medioevo, anche se oggi sono diventate più sottili e moderne.
  5. Il bouquet: il bouquet di fiori è una tradizione che deriva dal Rinascimento.
  6. La damigella d'onore: la damigella d'onore è una tradizione che deriva dal Medioevo.
  7. Il ricevimento: il ricevimento è una tradizione che deriva dal Medioevo, ovviamente i ricevimenti odierni sono strutturalmente diversi da un banchetto medioevale.
  8. Il viaggio di nozze: il viaggio di nozze è una tradizione che deriva dal Rinascimento, anche se oggi è diventato più sofisticato e personalizzato.

Il nostro esperto risponde:

Quanto durava un matrimonio nel medioevo?

La durata di una cerimonia matrimoniale nel Medioevo dipendeva dalla religione, dalla cultura e dalla classe sociale dei coniugi. Le cerimonie cristiane erano generalmente più lunghe rispetto a quelle non cristiane, e le cerimonie per le classi nobili erano spesso più elaborate rispetto a quelle per le classi più umili. In generale, una cerimonia matrimoniale nel Medioevo poteva durare da pochi minuti a diverse ore, a seconda delle circostanze. Il banchetto matrimoniale e la festa del matrimonio invece nel Medioevo potevano durare diverse ore, a volte anche giorni. Durante il Medioevo, i matrimoni erano spesso visti come un'occasione per celebrare e mostrare il proprio status sociale, quindi i banchetti e le feste potevano essere molto elaborati e opulenti. I banchetti spesso includevano una varietà di piatti, carni e bevande, accompagnati da musica e intrattenimento. La festa poteva anche includere giochi, danze e altre attività per intrattenere gli ospiti

 

 

 
 
 
 
 

“Vedi Napoli e poi muori”! Questo detto di Ghoete in omaggio a Napoli, ormai diffuso in tutto il...

Care spose, oggi parleremo della delicata scelta delle damigelle d'onore per il vostro...

Se siete stati invitati al matrimonio di un vostro parente stretto, amico o amica e volete...


Cari amici, avete mai sentito parlare le vostre mamme e/o nonne di dote matrimoniale? Anche se...

Molte coppie di sposi prediligono il rito civile per il loro matrimonio piuttosto che quello...

Carissimi sposi, avete scelto la cerimonia per il vostro rito di nozze? Il grosso dilemma che...