RoRas Destination Wedding & Events
RoRas Destination Wedding & Events

 Via Gino Funaioli 7, 56045 Pomarance (PI)

Opera anche nelle province: Firenze Siena Arezzo Livorno Lucca

 3495108508  3495108508  Sito Web

 Aggiungi ai preferiti
Informazioni

Si distingue per essere la sola Destination Wedding collocata tra l’Italia e la Spagna, tra la pittoresca Toscana, regione dalla bellezza impressionistica da colori pastello e la magica Ibiza, perla del mediterraneo tra fondali blu e spiagge meravigliose.

Due location da sogno perfette per creare Matrimoni Spettacolari ed Eventi Indimenticabili.

Noi crediamo nell’unicità della coppia ed è per questo che la nostra priorità è far si che il concetto di ogni matrimonio sia differente, riflettendo cosi la personalità e il carattere dei due sposi.

Se sognate di dire Si avvolti dalle colline ondulate toscane,le vigne, gli ulivi, immersi in un palazzo Rinascimentale con lussuosi giardini o desiderate celebrare il matrimonio in un’atmosfera giovane e frizzante nell’arcipelago delle Baleari, scegliendo una delle tante spiagge da sogno di Ibiza, RoRas Destination Wedding & Events riuscirà a stupirvi.

Con le più prestigiose location, i migliori collaboratori e la nostra attenzione al dettaglio, vi dedicheremo ogni attimo del nostro tempo per regalarvi un evento senza tempo.

Realizzeremo passo dopo passo per voi Matrimoni, Eventi Speciali, Proposte di Fidanzamento, Anniversari e Lune di Miele per darvi più che una semplice vacanza.


Blog
  • LA HAUTE COUTURE ISPIRA IL MONDO DEI MATRIMONI

    30/01/2021

    Creare un matrimonio è una grande responsabilità non solo per l’aspetto organizzativo che è importantissimo ma soprattutto per quello creativo.

    Le coppie ricercano sempre qualcosa di unico e speciale che sia soltanto per loro, non copie di altri matrimoni o eventi.

    L’ispirazione è un elemento indispensabile che va ricercata in tutte quelle forme di arte che possono regalarci sensazioni uniche.

    La moda è certamente un mondo a cui il wedding planner deve strizzare l’occhio per arrivare ad una ispirazione creativa.

    Le sfilate della stagione primavera- estate 2021, pur in una situazione modificata senza pubblico per lo stato attuale della pandemia, ci hanno regalato ancora una volta qualcosa di unico.

    Apparentemente potevamo pensare che sarebbero state private di quel glamour che è fondamentale nella moda e invece questo stato di sottrazione e intimità ha pervaso ancora di più l’aria di bellezza.

    La mia classifica mette al primo posto senza dubbio la sfilata di Chanel.

    Il tema è quello di un matrimonio, una scena floreale con archi verdi e coloratissimi che fanno da cornice all’arrivo di modelle con abiti che richiamano il sogno, la festa, l’eleganza.

    La sensazione è quella di essere parte di un matrimonio intimo, una festa in giardino con la famiglia, l’occasione in cui l’eleganza non è soltanto necessaria ma è l’ingrediente che costruisce l’occasione stessa.

    Dior invece ci regala un cortometraggio diretto dal bravissimo Matteo Garrone, in una bellissima villa decadente in Toscana, dai toni surreali e onirici delle carte dei tarocchi.

    Valentino ha puntato ad un lavoro che si astrae dal tempo, producendo figure atemporali, con vestiti plasmati sulla persona in una cornice di un lusso sfarzoso. Donne e uomini che vogliono esprimersi, naturalmente, fluidamente.

    Guardando questi eventi unici, anche il più piccolo dettaglio può essere fonte di ispirazione: lo stile del mondo creato attorno alle modelle, la forma di un vestito, i materiali usati, il trucco, la scelta dei colori.

    L’osservare sempre con gli occhi di un bambino che per la prima volta si apre al mondo, il meravigliarsi di fronte alla bellezza che viene emanata.

    L’estetismo deve diventare il punto da cui partire per poi arrivare ad una creazione che va oltre l’estetica stessa e diventa emozione.

    Si, perché realizzare un matrimonio vuol dire catturare tutto ciò che gli sposi hanno voluto raccontare, tutte le loro sensazioni.

    Ecco perché è importante per il wedding planner conoscere le proprie coppie; è un pò come fare lo stilista in fondo, tessiamo e cuciamo il vestito su misura, ci mettiamo tutta la nostra cura e dedizione per creare un momento magico che possa essere ricordato per sempre.

    Perciò si, direi che c’è un filo sottile che lega la moda con il mondo dei matrimoni.






  • LO STILE TROPICALE: LA MIA PIU BELLA OSSESSIONE

    03/01/2021

    Nella mia esperienza come Wedding Planner in Thailandia ho potuto esplorare molti stili ma sicuramente quello che ho più nel cuore è loStile Tropicale.La Thailandia infatti è il luogo d’eccellenza per questo tipo di matrimonio.

    Fiori colorati e locations da sogno immerse in una natura maestosa tra palme e piante esotiche: questo è lo scenario che vi circonda.

    Quindi sì, il sogno tropicale è parte di me.Non preoccupatevi spose, non voglio trasformare ogni Matrimonio in uno stile esotico; quello che intendo portare è il senso di gioia, freschezza e felicità che lo stile tropicale mi ha ispirato.

    Pensate ad esempio ai designs e agli accessori nelle case in stile tropicale, danno sempre un senso di calma e tranquillità.

    Questo è esattamente ciò che deve fare il wedding planner.

    Sono lì per rendere il matrimonio il giorno più memorabile della vostra vita senza che voi pensiate a niente … just relax.

    Quindi posso dire di essere ossessionato dallo stile tropicale ma solo per il significato profondo che mi ha dato nel mio lavoro di Wedding Planner.

  • LA HAUTE COUTURE ISPIRA IL MONDO DEI MATRIMONI

    30/01/2021

    Creare un matrimonio è una grande responsabilità non solo per l’aspetto organizzativo che è importantissimo ma soprattutto per quello creativo.

    Le coppie ricercano sempre qualcosa di unico e speciale che sia soltanto per loro, non copie di altri matrimoni o eventi.

    L’ispirazione è un elemento indispensabile che va ricercata in tutte quelle forme di arte che possono regalarci sensazioni uniche.

    La moda è certamente un mondo a cui il wedding planner deve strizzare l’occhio per arrivare ad una ispirazione creativa.

    Le sfilate della stagione primavera- estate 2021, pur in una situazione modificata senza pubblico per lo stato attuale della pandemia, ci hanno regalato ancora una volta qualcosa di unico.

    Apparentemente potevamo pensare che sarebbero state private di quel glamour che è fondamentale nella moda e invece questo stato di sottrazione e intimità ha pervaso ancora di più l’aria di bellezza.

    La mia classifica mette al primo posto senza dubbio la sfilata di Chanel.

    Il tema è quello di un matrimonio, una scena floreale con archi verdi e coloratissimi che fanno da cornice all’arrivo di modelle con abiti che richiamano il sogno, la festa, l’eleganza.

    La sensazione è quella di essere parte di un matrimonio intimo, una festa in giardino con la famiglia, l’occasione in cui l’eleganza non è soltanto necessaria ma è l’ingrediente che costruisce l’occasione stessa.

    Dior invece ci regala un cortometraggio diretto dal bravissimo Matteo Garrone, in una bellissima villa decadente in Toscana, dai toni surreali e onirici delle carte dei tarocchi.

    Valentino ha puntato ad un lavoro che si astrae dal tempo, producendo figure atemporali, con vestiti plasmati sulla persona in una cornice di un lusso sfarzoso. Donne e uomini che vogliono esprimersi, naturalmente, fluidamente.

    Guardando questi eventi unici, anche il più piccolo dettaglio può essere fonte di ispirazione: lo stile del mondo creato attorno alle modelle, la forma di un vestito, i materiali usati, il trucco, la scelta dei colori.

    L’osservare sempre con gli occhi di un bambino che per la prima volta si apre al mondo, il meravigliarsi di fronte alla bellezza che viene emanata.

    L’estetismo deve diventare il punto da cui partire per poi arrivare ad una creazione che va oltre l’estetica stessa e diventa emozione.

    Si, perché realizzare un matrimonio vuol dire catturare tutto ciò che gli sposi hanno voluto raccontare, tutte le loro sensazioni.

    Ecco perché è importante per il wedding planner conoscere le proprie coppie; è un pò come fare lo stilista in fondo, tessiamo e cuciamo il vestito su misura, ci mettiamo tutta la nostra cura e dedizione per creare un momento magico che possa essere ricordato per sempre.

    Perciò si, direi che c’è un filo sottile che lega la moda con il mondo dei matrimoni.






  • LO STILE TROPICALE: LA MIA PIU BELLA OSSESSIONE

    03/01/2021

    Nella mia esperienza come Wedding Planner in Thailandia ho potuto esplorare molti stili ma sicuramente quello che ho più nel cuore è loStile Tropicale.La Thailandia infatti è il luogo d’eccellenza per questo tipo di matrimonio.

    Fiori colorati e locations da sogno immerse in una natura maestosa tra palme e piante esotiche: questo è lo scenario che vi circonda.

    Quindi sì, il sogno tropicale è parte di me.Non preoccupatevi spose, non voglio trasformare ogni Matrimonio in uno stile esotico; quello che intendo portare è il senso di gioia, freschezza e felicità che lo stile tropicale mi ha ispirato.

    Pensate ad esempio ai designs e agli accessori nelle case in stile tropicale, danno sempre un senso di calma e tranquillità.

    Questo è esattamente ciò che deve fare il wedding planner.

    Sono lì per rendere il matrimonio il giorno più memorabile della vostra vita senza che voi pensiate a niente … just relax.

    Quindi posso dire di essere ossessionato dallo stile tropicale ma solo per il significato profondo che mi ha dato nel mio lavoro di Wedding Planner.

  • SCEGLIERE UNA DESTINATION WEDDING NEL 2021

    03/01/2021

    CONSIGLI PER UN MATRIMONIO A PROVA DI COVID

    Cosa ne sarà dei matrimoni nel 2021?

    Quali saranno gli aspetti che caratterizzeranno il giorno del fatidico si?

    Sarà possibile viaggiare in sicurezza?

    Quanti invitati potranno essere presenti?

    Molte sono le domande alle quali i nostri futuri sposi stanno cercando una risposta.

    Vorrei provare così a sciogliere qualche dubbio portando se possibile un po di chiarezza sul tema.

    Non illudiamoci troppo, sarà comunque un anno complicato. Con la possibilità di ritornare a viaggiare, grazie alle prime dosi del vaccino che verrà distribuito, il mio consiglio è di prediligere comunque luoghi nei quali vi sentiate più a vostro agio e al sicuro; penso a location più naturalistiche per esempio, lontane dalle città, oppure nelle isole dove è possibile trovare situazioni idilliache senza però rinunciare al divertimento che sarà consentito.

    Non perdete la speranza di poter avere un matrimonio incredibile comunque; il wedding planner mai come ora vi può essere utile per cercare di risolvere tutte quelle problematiche sulla sicurezza, conoscendo le regole adottate nel paese dove sceglierete di andare.

    Visti i tempi non si potrà probabilmente fare a meno di un’assicurazione per annullamento della cerimonia per cause di forza maggiore. Vi risparmierete, se non il danno, almeno la beffa…. Di questo potete parlarne anche con il vostro wedding planner che vi aiuterà e vi consiglierà per il meglio.

    Risolti questi due punti sostanziali, potete iniziare a pensare la vostra Destination Wedding, avendo davanti a voi numerosissime opportunità.

    Fondamentale: scegliete il posto suggerito dalle vostre sensazioni, non lasciate che nessuno vi influenzi. Il luogo dove coronerete il vostro sogno deve essere importante e significativo per entrambi.

    Cercate il vostro posto nel mondo!

    Perche scegliete di venire in Italia e non andare in Australia per esempio o a Ibiza e non in un’isola greca? Questo lo potete sapere solo voi.

    Lasciatevi guidare dalle emozioni , come si dice “al cuor non si comanda” e vale anche per questo tipo di scelta.

    Una foto, il racconto di un viaggio, l’articolo di una rivista … tutto può essere un’ispirazione.

    Il giorno in cui deciderete di sposarvi non è da sottovalutare; ovviamente con la maggior parte degli eventi del 2020 posticipati nel 2021, i fine settimana saranno quasi tutti occupati, non disperatevi il mio consiglio è di scegliere un giorno feriale, cosi da risparmiare anche sul budget. Definita la Destination Wedding, non tralasciate la venue.

    Cercate di trovarne una che possa darvi quella sensazione familiare di accoglienza; non essendo sul posto non ne potete avere piena consapevolezza,ecco perche in questa fase è importante il wedding planner che potrà controllare e assicurarsi che sia riservato il meglio per voi.

    La scelta dei fornitori infatti è determinante in questa fase, mai come ora è importante dare priorità ad aziende che incoraggiano l’inclusività,l’aspetto solidale e sostenibile.

    Penso ad aziende che sono a sostegno della comunità LGBT, che hanno una visione sostenibile dell’ambiente e che possono regalare una visone più ampia e responsabile all’evento stesso.

    Iniziate ad informarvi fin da subito su questi aspetti, non aspettate un minuto di più.

    Per ultimo, ma non per importanza, il “problema” degli invitati.

    Lo definisco problema perche molte coppie fanno le ore piccole per cercare di capire chi invitare o no senza ferire i sentimenti altrui. Purtroppo l’attuale situazione costringerà ad invitare una ristretta cerchia di intimi amici e parenti. Fate le vostre valutazioni con serenità: finchè dureranno le limitazione nessuno si sentirà messo da parte.

    Se poi sceglierete una Destination Wedding abbastanza lontana il problema si risolverà in parte da sé visto che non tutti possono raggiungere mete non proprio a portata di mano. Inoltre il mio consiglio è di fare in modo di avere i familiari e gli amici più stretti cosi da trascorrere con voi l’intera vacanza.La Destination Wedding non è solo per il giorno del matrimonio ma un’esperienza che deve essere vissuta con le persone che amate di più!

 Non ci sono recensioni