Rito del matrimonio: religioso, civile, misto

 Pubblicato: Oct 14, 2015

 Aggiungi ai preferiti
Finalmente ci sposiamo! Si ma dove? Chiesa, comune, matrimonio misto.

Il rito con cui le nozze verranno celebrate renderà il vostro il matrimonio finalmente ufficiale. Allora quale rito scegliere? La decisione ovviamente spetta solo ed esclusivamente alla coppia, sarete voi e solamente voi a scegliere come vorrete sposarvi. Può sembrare un affermazione banale, ma credeteci, cari sposi, probabilmente saranno numerose le intromissioni che subirete, i consigli non richiesti che vi verranno suggeriti e in molte occasioni persino le pressioni che alcuni dei parenti a voi più stretti si sentiranno in dovere di compiere nei vostri riguardi. Spesso, ma non sempre, si tratta di vere e proprie intromissioni che non permettono agli sposi di vivere in modo tranquillo e rilassato la preparazione di quello che sarà il giorno più bello delle loro vite, noi non possiamo che consigliarvi di non prestare in alcun modo ascolto a tutte queste voci e a tutte queste pressioni e di prendere una decisione di comune accordo e in coscienza, una decisione intima al cento per cento.
Ci sposiamo in chiesa o in comune? Se questo dubbio vi assale iniziamo a capire le differenze ed analizzare quale è il caso che fa per noi.
Quando una coppia decide finalmente di sposarsi si trova davanti ad una scelta importantissima da prendere, sposarsi con rito religioso oppure attraverso un rito civile è una scelta da non prendere assolutamente sotto gamba. Il matrimonio religioso è vincolato da un atto di fede, Dio sarà i vostro testimone dunque, solo la fede religiosa sarà in grado di aiutarvi nella scelta. Viceversa, se per mille altre ragioni personali, non pensate che il matrimonio religioso faccia per voi, ci si dovrà sposare in comune attraverso il rito civile. Troppo spesso, ed ammettiamolo, con un pò troppa leggerezza ci si sposa in chiesa, magari solo per accontentare familiari oppure per continuare la tradizione o peggio ancora perchè ci piace tantissimo una chiesa. Ci sentiamo di sconsigliare tali scelte, sposarsi in chiesa è il coronamento di un percorso religioso attivo e consapevole che prescinde da qualsiasi desiderio effimero ed egoistico. Insomma, ci si sposa in chiesa esclusivamente se si crede fermamente.   
Se invece siete una coppia formata da un credente ed un ateo allora potreste arrivare ad un compromesso optando per un matrimonio misto, ma come funziona? Fu proprio il Papa Paolo VI attraverso una lettera apostolica "Matrimonia Mixta" ad indicare le norme principali riguardo i matrimoni misti . Innanzitutto iniziamo con il dire che può essere celebrato in chiesa, ovviamente il non credente non parteciperà all'eucarestia e non pronuncerà Dio quando bisognerà pronunciare le formule matrimoniali. 

In caso di matrimonio misto quali sono gli obblighi davanti al sacerdote della parte non cattolica?

1 La parte non cattolica si impegna, davanti al sacerdote, a non ostacolare in alcun modo la pratica religiosa della controparte

2 la parte non cattolica si impegna a non ostacolare l'educazione cattolica dei figli

3 ad accettare i valori propri del matrimonio: unicità, esclusività, indissolubilità 

La cerimonia religiosa del matrimonio
Dovrebbe ovviamente essere scelta solo da coloro che credono, che fanno parte in modo attivo della comunità cattolica, che frequentano la Chiesa e che credono fermamente in essa. Si tratta di un rito che ha bisogno di una preparazione adeguata e proprio per questo motivo coloro che lo scelgono devono seguire un corso prematrimoniale. Non solo, decidendo di sposarsi in Chiesa la coppia assume sulle proprie spalle un impegno nei confronti della comunità e ovviamente del coniuge. Ovviamente l'atto di matrimonio sarà trascritto anche nel registro di stato civile, le nozze non avranno valore quindi solo agli occhi di Dio, ma anche per la legge. Se scegliete di sposarvi con celebrazione religiosa preoccupatevi di curare l'accompagnamento del rito attraverso un gruppo musicale classico, duo, trio o quartetto che possa proporre un repertorio religioso molto vasto, sia strumentale che cantato.

Il rito civile
E' la scelta ideale nel caso in cui i due futuri sposi non credano nei precetti della Chiesa. Viene scelto però anche nel caso di seconde nozze. Molte persone credono che un matrimonio con rito civile non sia né emozionante né coinvolgente e che la vera atmosfera delle nozze possa essere respirata solo in Chiesa. Forse un tempo era così, ma oggi gli ufficiali statali celebrano dei matrimoni che non hanno niente da invidiare a quelli religiosi. I loro discorsi sono anzi sempre ricchi di emozioni e sempre pronti a far scendere una lacrima ai futuri sposi e a tutti gli invitati. Solitamente inoltre il comune in cui si è deciso di fare il matrimonio offre anche un dono agli sposi, un altro momento questo davvero toccante e commovente. Vi ricordiamo che i matrimoni civili possono essere celebrati anche dai comandanti delle navi, per convolare a nozze nel bel mezzo del mare. Anche il rito civile può essere accompagnato musicalmente in alcuni momenti, in questo caso è bene non esagerare con i brani, per il rito potrete scegliere sia un gruppo musicale classico che leggero. 
Può capitare che in una coppia vi sia una persona credente che vorrebbe sposarsi in Chiesa con il rito religioso e una persone che invece non crede. In questo caso è possibile optare per un matrimonio misto, il matrimonio avrà luogo quindi in Chiesa, ma solo uno dei futuri sposi prenderà il sacramento.
Sulla base di queste semplici considerazioni dovrebbe essere semplice per voi sposi scegliere il rito perfetto. Avete paura ad annunciare la vostra decisione ad alcuni parenti perché credete che potrebbero reagire male? Cercate di spiegare le vostre ragioni e di essere quanto più sinceri possibile, alla fine non potranno che essere felici per voi e per il radioso futuro che vi attende.

Il nostro esperto risponde risponde:

Cosa scelgo: il matrimonio civile oppure quello religioso?

La scelta tra un matrimonio religioso oppure civile non deve essere condizionata da elementi esterni e soprattutto non si possono avere dubbi!
Sposarsi con cerimonia religiosa è la concretizzazione di un lungo percorso di fede, questo prescinde da qualsiasi tipo di condizionamento. Prima di sposarsi in chiesa bisognerebbe guardarsi dentro, porsi delle domande e rispondersi con sincerità.
Alcune coppie si sposano in chiesa per motivi futili che non hanno nessun fondamento religioso, vediamo insieme quali sono le principali motivazioni che potrebbero influenzare negativamente la vostra scelta:

- Spesso si è attratti unicamente dalla bellezza di una chiesa e si perde di vista il significato del matrimonio religioso,
- Si possono subire condizionamenti esterni dovuti a tradizioni familiari che possono influire negativamente nella scelta,
- Si è troppo attenti a giudizi esterni che poco hanno a che fare con la fede,

Se vi sentite condizionati e state scegliendo di sposarvi in chiesa unicamente per  le tre ragioni sopra menzionate, il nostro consiglio è di fare una scelta onesta scegliendo il rito civile. 

Che differenza legale c'è tra un matrimonio civile e un matrimonio religioso?

Cari sposi, sia se vi sposerete in Chiesa che al Comune sarete spinti da un unico obbiettivo l'amore; riguardo gli  effetti legali state assolutamente tranquilli non c'è nessuna differenza tra un matrimonio celebrato in chiesa piuttosto che al comune.
Sia il matrimonio civile che religioso sono preceduti da due formalità burocratiche che li accomunano:
- Consenso
- Pubblicazioni

Argomenti correlati:

Matrimonio civile, come organizzare la musica

Matrimonio civile e matrimonio religioso, quali documenti ci vogliono?

Matrimonio 2021 e covid: regole per la cerimonia in Chiesa o rito civile

MATRIMONIO 2021 con Rito Simbolico ai tempi del covid: Letture e idee

Quali documenti ci vogliono per il matrimonio? Rito civile e rito religioso

 

 



 

Cari sposi siete nella fase finale dell'organizzazione del vostro Matrimonio? Avete scelto la...

Care sposine avete mai sentito parlare di wedding suite e dell'importanza di avere una grafica...

Montagne altissime, nevi perenni, pascoli d'alta montagna e una grandissima vocazione turistica:...


“Il polmone verde d’Italia”, proprio così viene definita questa piccola regione priva di mare ma...

Qual'è la tempistica ideale per un ricevimento nuziale? Carissime sposine siamo certi che anche...

Tra le più importanti regioni d'Italia come non annoverare il Lazio? Ad onor del vero, troppo...