Menu matrimonio carne o pesce quale scegliere?

 Pubblicato: Nov 14, 2021

 Aggiungi ai preferiti

State organizzando il vostro matrimonio e non avete ancora deciso su quale menu scegliere per i vostri invitati? Meglio la carne o il pesce?

Se ancora non avete le idee chiare e siete indecise, ecco alcuni consigli per guidarvi nella scelta del vostro menù di matrimonio: con il banchetto proprio non si può commettere neanche un piccolissimo errore.

Una volta deciso per un menu particolare, è necessario eseguire la prova menu per assaggiare in anticipo le prelibatezze del ristorante e non aver brutte sorprese! Tutte le location offrono la possibilità di testare il menù, quindi non esitate a chiederlo.

Analizziamo quindi quali sono i fattori che potrebbero influenzare le scelte del menu del matrimonio:

1- La stagione dell'anno

Il mese e la stagione in cui deciderete di sposarvi condizionerà la scelta di alcuni pietanze da inserire all'interno del menu di matrimonio. In primavera ed estate potete scommettere su piatti freschi e più semplici, il pesce ad esempio. Mentre in autunno e inverno potete scegliere piatti caldi e proposte più caloriche a base di carne. L’idea però di servire una freschissima carne cruda , potrebbe essere piacevole anche in piena estate.

2- location e territorio

La location può ispirare il menù ricevimento, impossibile scindere il menù nuziale dal territorio in cui avete organizzato l’evento. Se il matrimonio si svolge in montagna, carni, cacciagione funghi, zuppe, tartufo e verdure alla griglia possono essere una grand’ opzione, al contrario, se il matrimonio è sulla spiaggia, la freschezza del pescato e il crudo di mare saranno gli ingredienti essenziali per il vostro matrimonio.

3- il budget

Un altro fattore determinante è il budget che influisce su diversi aspetti delle nozze. In linea di massima i menù a base di pesce sono più cari rispetto a quelli di carne soprattutto nel caso in cui si inseriscano delle portate di pesce crudo o piatti a base di aragosta. Il menù di carne generalmente è meno caro ma i prezzi potrebbero lievitare in caso di determinate selezione di pezzi e cotture. Se si vuole risparmiare è preferibile scegliere un buffet senza rinunciare alla qualità.

4- Gli invitati

È importante tenere presente nella scelta del menù da servire le persone presenti tra gli invitati. Nessuno meglio di voi conosce a fondo gli invitati al banchetto. Prestate sempre la massima attenzione agli invitati, comunicando con largo anticipo al ristoratore eventuali menù speciali per soggetti con particolari intolleranze o altro. Informatevi sempre su eventuali disturbi, allergie e abitudini alimentari degli ospiti (vegetariani e vegani). Inoltre, è necessario prestare attenzione alla presenza di eventuali bambini al ricevimento, in modo da predisporre un menù adatto ai più piccoli. I bambini non apprezzano piatti elaborati con tanti ingredienti, è preferibile per loro scegliere qualcosa di più semplice: un piatto unico, ad esempio hamburger o pizza o bocconcini di pollo, ecc. È importante inoltre considerare l’appartenenza religiosa degli ospiti che può condizionare inevitabilmente la scelta del menu.

Nel caso di matrimonio intimo e con pochi ospiti, potrebbe essere opportuno chiedere direttamente a loro di comunicare la propria preferenza, in modo da allestire un menù che rispetti il più possibile i gusti di ognuno.

5- Ora del ricevimento

Da non sottovalutare anche l'orario in cui si realizzerà il banchetto: in linea di massima i menù abbondanti sono più adatti per il pranzo, mentre i pasti leggeri sono da preferire per matrimoni celebrati durante la sera.

6- Stile del matrimonio

Un altro aspetto poi da considerare è lo stile del matrimonio. L’atmosfera che si desidera creare influisce anche sulla scelta del menu. Se ad esempio state preparando una cerimonia dallo stile rustico e informale, si può optare per un menu rustico di carne con i piatti tipici del posto e dalle portate anche più abbondanti. Se invece programmate un matrimonio più classico e romantico orientatevi per un menu di pesce. Considerate inoltre anche lo stile del ricevimento (a buffet in piedi o pranzo/cena seduti) e il numero degli ospiti. Un buffet è consigliabile solamente quando si tratta di un matrimonio con pochi invitati. Un matrimonio in grande esigerà un banchetto più classico e un menu che preveda alimenti facili da preparare e su grande scala (un antipasto, un primo, un secondo e un dolce).

Come scegliere il menu?

Per scegliere il menu perfetto, a prescindere che sia a base di carne o di pesce, bisogna seguire queste semplici regole:

- Il menu non deve essere troppo sofisticato. Evitare stravaganze e piatti troppo complessi che possono non soddisfare i gusti degli invitati;

- diversificate i sapori optando per una varietà di sapori, odori e colori;

- Inserite nel menu pietanze facili da mangiare;

- scegliete piatti di stagione e/o piatti tipici della zona per garantire che siano prodotti freschi e di qualità;

- prevedete "Isole di cibo gastronomiche" con stili diversi di cibo (cibi etnici, orientali etc. etc);

- prestate attenzione alla velocità del servizio evitando che il banchetto si prolunghi eccessivamente. Tenete presente che il pranzo o la cena non deve superare le due ore e mezza.

Alcune idee per il menù di carne del tuo matrimonio:

un menù a base di carne offre moltissime possibilità, e può includere piatti semplici o ricercati, adattandosi alle situazioni più varie.

Per l'antipasto possono essere sufficienti quelli serviti in piedi, durante l’arrivo degli ospiti, con tartine e tramezzini caldi e freddi e prosciutto al taglio, accompagnati da spumante secco o da cocktail di frutta. Sono ottimi in questa portata i salumi della tradizione, abbinati a sfiziosità di formaggi e verdure. Oppure, ricette di finger food con tartare di diversi tipi.

Per un pranzo seduti occorre prevedere due primi piatti (evitare il tris di primi nello stesso piatto). Potete alternare piatti classici di carne, come la pasta fresca con sugo di selvaggina, a ricette delicate di ragù bianco o a base di verdure e formaggi.

Per i secondi le possibilità sono molteplici: manzo, vitello, controfiletto, agnello, faraona.

Potete scegliere, inoltre, di inserire le carni bianche, per rendere il pasto più leggero e comunque accontentare anche i palati più fini. Senza dimenticare, inoltre, l’importanza delle verdure: cotte, fresche o grigliate; gli abbinamenti possibili sono davvero infiniti.

Alcune idee per il menù di pesce del tuo matrimonio:

Anche un menù a base di pesce offre moltissime possibilità e abbinamenti gustosissimi

Per quanto riguarda gli antipasti potete prevedere le insalate di polipo e gli abbinamenti di pesce affumicato o crudo;

Per i primi, avete tantissime soluzioni e cercate ovviamente di prestare attenzione alla qualità e freschezza del pesce cercando di non alterare troppo i gusti del pescato. La soluzione più consigliata è scegliere pesci simili per intensità di gusto oppure optare alla pasta, alle zuppe di pesce e a un piatto unico, come la paella.

Per i secondi piatti, una portata di pesce (arrosto o al sale), pesce spada, orata e rombo e i crostacei per una portata di chiusura con contorni di verdure e insalate di stagione, da intervallare con un sorbetto al limone.

Se volete azzardare potete inserire piatti a base di pesce crudo, come il sushi o il sashimi. Ovviamente è da considerare il fatto che questa scelta potrebbe non risultare adeguata, in quanto non tutti gli invitati possono essere predisposti a consumare cibi a cui non sono abituati, soprattutto se si tratta di alimenti crudi.

Mari e monti: perchè no!

Un menù che spazi tra alternative di carne e pesce potrebbe essere la soluzione ideale e dare un tocco unico al vostro ricevimento di nozze. Potete ad esempio allestire la sala di vari corner gastronomici, allestiti con varie specialità di terra e di mare. Potete mixare già a partire dagli antipasti e optare per due primi piatti (uno a base di carne e l'altro a base di pesce)o in alternativa scegliere un menu più ampio (due primi a base di pesce e due a base di carne), e sarà poi il personale a chiedere la preferenza all’invitato. Stesso discorso può essere fatto per i secondi: In questo modo tutti avranno a disposizione 2 portate.

Per la lista dei vini è opportuno affidarsi a un sommelier, che possa prevedere di servire un tipo diverso di vino a ogni portata.

Champagne o spumante secco con gli antipasti, con i primi piatti un vino bianco secco, rosso leggero con i secondi di carne bianca, vino rosso più corposo con la carne rossa o la selvaggina.

In conclusione, non esiste una risposta corretta alla domanda che ci siamo posti nel titolo di questo articolo. Bisogna considerare diversi fattori e non ultimo i gusti personali degli sposi.

Vi consigliamo inoltre di approfondire l'argomento attraverso la lettura dei seguenti articoli:


Brunch di nozze: consigli utili;

Fiori edibili al vostro matrimonio: alla scoperta dei fiori da mangiare!

Torta nuziale: quale gusto scegliere?

Il banchetto nuziale: un primo o due primi? un secondo o due secondi? qual'è la tua scelta?



 

Ciao sposini, in questo breve articolo parliamo di gadget per il matrimonio, ovvero quegli...

Come si scrivono le partecipazioni e come si scrivono gli indirizzi sulle partecipazioni? Lo...

Quali sono le tendenze make up sposa per il 2022 e in che cosa consiste l'armocromia? Care future...


La torta nuziale sta cambiando aspetto negli anni. Molte delle tendenze arrivano dall'America e...

Negli ultimi anni le tendenze di stile sono notevolmente modificate, soprattutto per gli uomini...

In questo articolo vogliamo rassicurarvi su una scelta che a prima vista potrebbe sembrare poco...