Le spese del matrimonio: ecco cosa tocca secondo tradizione alla sposa e cosa allo sposo

 Pubblicato: Oct 14, 2015

 Aggiungi ai preferiti
La crisi economica che ha investito il nostro paese negli ultimi anni ha portato gli sposi di oggi a prestare un'attenzione sempre più intensa verso le spese che devono essere sostenute per l'organizzazione del matrimonio. Nonostante questo dobbiamo ammettere che il matrimonio rimane una delle cerimonie più costose. Ma quali sono le spese che devono sostenere le famiglie della sposa e quelle che devono sostenere le famiglie dello sposo? Questa è una domanda più che legittima visto che secondo la tradizione le spese dovrebbero essere suddivise tra le due famiglie.

Secondo la tradizione la famiglia della sposa dovrebbe pagare per:
  • la realizzazione delle partecipazioni e dei biglietti di ringraziamento;
  • le bomboniere e i confetti;
  • l'abito da sposa;
  • l'eventuale corredo della sposa;
  • l'offerta per la Chiesa o le spese per il comune;
  • l'addobbo floreale per la Chiesa o per il comune;
  • le spese per le decorazioni della location del ricevimento;
  • gli abiti per le damigelle e per i paggetti;
  • il noleggio dell'auto della sposa;
  • il costo del pranzo nuziale;
  • la musica;
  • il fotografo.
Non solo, secondo la tradizione la famiglia della sposa dovrebbe pagare anche per l'acquisto dei mobili della camera da letto, tutti tranne il materasso.

Secondo la tradizione la famiglia dello sposo dovrebbe pagare per:
  • le fedi nuziali;
  • il bouquet della sposa;
  • i fiori all'occhiello per i testimoni e per lo sposo.
Non solo, secondo la tradizione la famiglia dello sposo dovrebbe acquistare il materasso per la camera da letto degli sposi, ma anche l'arredamento per gli altri ambienti per la casa ed eventualmente le spese per l'acquisto della casa. La famiglia dello sposo dovrebbe sostenere anche le spese per il viaggio di nozze.

Tutto questo secondo la tradizione, regole che oggi però non devono essere seguite alla lettera.
Tanto per cominciare le spese per l'arredamento vengono oggi sostenute quasi sempre direttamente dagli sposi così come le spese per l'acquisto della casa, aiutati magari da entrambe le famiglie. Per quanto riguarda invece le spese per la cerimonia e il ricevimento si preferisce dividere le spese in modo equo. Nella maggior parte dei casi si preferisce dividere le spese direttamente a metà tra la famiglia dello sposo e la famiglia della sposa. Le spese possono essere suddisive in modo diverso nel caso in cui una delle due famiglie abbia pochi invitati alle nozze mentre l'altra ne abbia in numero davvero molto elevato.

Può capitare nella nostra epoca contemporanea che una delle due famiglie proprio non abbia a disposizione i soldi necessari per sostenere queste spese, purtroppo infatti la crisi ha messo in ginocchio molte persone. In questo caso la famiglia più facoltosa cercherà di andare incontro alle necessità dell'altra famiglia ovviamente.

Quando pensiamo alla proposta di matrimonio, la prima immagine che ci viene in mente è quella del...

Come di sicuro saprete, tutti coloro che vogliono sposarsi in chiesa devono necessariamente...

Sono molti i motivi che possono spingervi a non volere al vostro matrimonio dei bambini. I...


Soprattutto tra le coppie più giovani sta spopolando una nuova tendenza, il matrimonio social....

Alle vostre nozze parteciperanno molti bambini? La prima cosa da fare è stilare una lista di...

I cani sono i migliori amici dell’uomo, questo è ormai un dato di fatto. Lo sono talmente tanto...