Le scarpe da sposa

 Pubblicato: Nov 27, 2017

 Aggiungi ai preferiti
Quello che le donne non dicono: l’incubo scarpe da sposa!  
 
Quello che le amiche dimenticano sempre di condividere al momento della magica notizia “mi sposo!”, è che la parte più difficile non è scegliere la location giusta, l’abito figo, l’acconciatura bella!
No, niente di tutto ciò.
La parte più difficile è la ricerca dell’accessorio n.1: la scarpa.
Perché trovare la scarpa da sposa giusta può essere un’impresa che ha a che fare con la sfera degli incubi.
Spesso arrivi a rispondere si, al tuo futuro marito, avendo già in testa l’abito che vorrai indossare quel giorno.
Magari sei arrivata persino a immaginare l’acconciatura che avrai e il centro estetico a cui ricorrerai per sottoporti a quella miriade di trattamenti cui in genere, una donna normale, non si sottopone in una vita intera!
 
Saprai già l’espressione che farai al momento del si, ti sei vista mille volte nel film della tua vita, percorrere quella navata e raggiungere il tuo amato: hai contato ogni singolo passo e ti sei immaginata con la falcata di Claudia Schiffer e lo sguardo tra il fiero e il commosso.
Insomma, hai sempre saputo tutto del tuo matrimonio prima ancora di viverlo.
 
Ma le scarpe, quelle no: chi ci ha mai pensato? Ma soprattutto: chi vuoi che le veda le scarpe, sotto all’abito da sposa.
 
E invece no: mai sottovalutare il nemico. Il nemico ha il volto quella zia invadente e curiosa che si mette ad alzare l'abito al momento della foto di gruppo e ti chiede "fammi un po' vedere come sono le scarpe??"
 
...
 
Soluzione A: ti affidi all’atelier dove stai facendo cucire l’abito e confidi che abbiano la scarpa giusta per te. Per scarpa giusta intendo non solo del tuo numero (troppo facile), ma che sia dello stesso tono dell’abito, che ne rispetti la linea, che si veda, ma non troppo, che abbia la punta giusta, che non sia troppo alta (vorrete evitare l’effetto Bruni-Sarkozy).
 
Soluzione B: ti fai dare un pezzo di stoffa dell’abito e con quello giri come una tossica per tutti i  negozi che vendono scarpe da sposa (e non sono molti, sappiatelo), mostrandolo a tutte le commesse in cui ti imbatti e sperando di trovare la scarpa giusta per te. Qui si presenterà il primo intoppo: come cacchio faccio a sapere come starà la scarpa sotto l’abito se io sono qui, al negozio di scarpe, e il mio abito è lì, appeso nella sua preziosa custodia, come una reliquia, nella bottega del sarto?
Ehehehe! Bella domanda. Peccato. Non c’è soluzione.
 
Soluzione C: pensi, chissene importa. In fondo l’abito è lungo e nessuno noterà le mie scarpe. Allora ti ficchi in uno di quei magazzini che vendono solo abiti da sposa e da cerimonia, quelli un po’ a buon mercato, dai non fate finta di non conoscerli: quelli che hanno i vestiti così sintetici che passi tra due di loro col passo svelto e rischi che prendano fuoco in un attimo (e tu con loro…). Bene, lì acquisterai le tue scarpe. Non importa se sembrano di plastica, non importa se il colore non c’entra niente con l’abito (tanto il bianco è bianco….), non importa se così, a una prima prova, ti sembrano superscomode. Tu hai trovato le tue scarpe ed esci fiera dal grande magazzino come una bimba dal lunapark con il suo pesciolino nella sacchetta di plastica, e fanculo alla zia curiosa!
 
Soluzione D: deleghi una tua amica: quella per la quale fare shopping è una missione, non roba da dilettanti. Lei ti dice che si adopererà per te. Va in un centro commerciale e ti whatsappa, in immagini, tutte le scarpe da sposa in cui si imbatte, con prezzo, altezza del tacco e suo commento spietato da fashion victim. E ti dice una cosa, la cosa che tu vuoi sentirti dire: “è importante che tu sappia sin d’ora se quel giorno vuoi privilegiare l’eleganza o la comodità. Perché per avere una delle due potresti dover rinunciare all’altra.”
Sembra una frasetta così, ma è roba seria. La tua amica ha ragione. Perché se vuoi stare comoda (e lo vuoi, perché quel giorno durerà un’eternità e tu non vuoi avere una faccia dolorante tutto il tempo), devi dire addio a quelle scarpe fighissime con cui ti aveva malignamente invogliata dal suo telefonino.
 
E allora la soluzione “E”, è LA soluzione.
 
Soluzione E: vai in un negozio scarpe comode. Di quei negozi che vendono le scarpe da signora di mezza età con problemi ai piedi. Forse non lo sapevi, ma questo genere di negozi vende anche scarpe da sposa. Oddio, a guardarle bene, forse sono da infermiera, ma sono bianche, giuro, e soprattutto supercomode!! Ne provi un paio. Ti dici: “è solo una prova, dai che sarà mai”. Nel frattempo, l’amica del cuore, quella che si è già sorbita tutte le prove possibili - abito, acconciatura, trucco – ti guarda con occhi speranzosi e ti chiede: “non stai per farlo, vero??’’. E tu, che appena le calzi ti senti come se avessi indossato la tua pantofola preferita, Le rispondi “Noooooo, macché! E’ solo una prova!!’’.
Ma in cuor tuo lo sai già.
La soluzione E è la soluzione migliore del mondo!

Quando pensiamo alla proposta di matrimonio, la prima immagine che ci viene in mente è quella del...

Come di sicuro saprete, tutti coloro che vogliono sposarsi in chiesa devono necessariamente...

Sono molti i motivi che possono spingervi a non volere al vostro matrimonio dei bambini. I...


Soprattutto tra le coppie più giovani sta spopolando una nuova tendenza, il matrimonio social....

Alle vostre nozze parteciperanno molti bambini? La prima cosa da fare è stilare una lista di...

I cani sono i migliori amici dell’uomo, questo è ormai un dato di fatto. Lo sono talmente tanto...