Come scrivere le partecipazioni di matrimonio: Prima il nome della sposa o dello sposo?

 Pubblicato: Jan 22, 2022

 Aggiungi ai preferiti
Come si scrivono le partecipazioni e come si scrivono gli indirizzi sulle partecipazioni? Lo scopriamo insieme in questo breve articolo.

Partiamo dalla tradizione
Le modalità di invio delle partecipazioni sono ben descritte dal galateo che è legato ad antiche tradizioni e antichi modus vivendi del passato. In particolare secondo il galateo le partecipazioni venivano inviate dai genitori degli sposi il cui compito era quello di annunciare le nozze dei propri figli. Questa consuetudine è ovviamente caduta in disuso e ad oggi sono gli stessi sposi ad inviare le proprie partecipazioni/inviti.

E' necessario inoltre fare una netta distinzione tra partecipazioni e inviti:
La partecipazione è nata proprio ai tempi del galateo per condividere insieme ai destinatari delle stesse, la gioia dei propri figli. Proprio per questo motivo la partecipazione veniva inviata più o meno a tutti i conoscenti mentre l'invito veniva inserito soltanto nelle partecipazioni di alcune persone ben selezionate alle quali si chiedeva di partecipare al ricevimento di nozze. Soprattutto nel sud Italia in cui le tradizioni sono più rispettate e in molti paesi ancora oggi alcune famiglie hanno piacere di inviare le partecipazioni a un folto numero di persone, proprio per condividere insieme a una comunità allargata la gioia delle imminenti nozze.

Oggi sono gli sposi ad annunciare il loro matrimonio e a volte sempre più spesso si coinvolge anche i propri figli, nella stesura dell'invito.

Come scrivere le partecipazioni
In Italia, probabilmente per il retaggio dell'antico galateo, si mette prima il nome dello sposo e poi quello della sposa, a differenza degli altri Paese europei e non solo, sopratutto anglosassoni in cui i nomi sono invertiti.
Informazioni fondamentali

Chi sta scrivendo: gli sposi

Perchè: perchè si sposa

Quando: giorno e orario

Dove: luogo della cerimonia e luogo del ricevimento. In passato spesso non veniva indicato l'indirizzo della Chiesa dove è prevista la cerimonia. Oggi sempre più frequentemente si preferisce dare anche questa indicazione per agevolare gli ospiti, sopratutto chi viene da più lontano, nel raggiungimento della Chiesa.

Assolutamente importante è che tutte queste informazioni sian ben chiare e visibili all'interno della partecipazione e dell'invito. Un acronimo francese che sicuramente avrete già notato in quanto viene utilizzato con frequenza è R.S.V.P. Che cosa significa?
Anch'essa è un retaggio tramandato dall'antico galateo e ha il seguente significato: Répondez s’il vous plaît. La corrispettiva formula italiana È gradita gentile conferma è una traduzione più formale rispetto a si prega di rispondere. In ogni caso siate ben consapevoli che, pur inserendo questa dicitura, per gli invitati italiani è consuetudine non rispondere e quindi spetterà a voi, a un mese del fatidico giorno, chiamare personalmente ogni ospite per avere la conferma della loro presenza.

Lista nozze
La lista nozze cosi come l'eventuale Iban nella partecipazione e nell'invito non si devono ASSOLUTAMENTE inserire. L'unica possibilità per comunicare ai propri ospiti i vostri desideri di richiesta regali è quello di prevedere un cartoncino, con la stessa grafica dell'invito (stessi font e colori), preferibilmente inserito in una bustina a parte all'interno della busta della partecipazione. Evitate di mettere in evidenza la busta con la lista di nozze rilegata al di fuori della partecipazione, cosi come spesso accade, non è molto elegante!

Altra informazione che si può mettere all'interno della partecipazione è sicuramente il dress code; Se avete piacere che i vostri invitati si adeguino ad un certo stile o a dei colori che avete scelto per il vostro matrimonio lo potete comunicare attraverso delle formule ben precise. Da tradizione esistono nel merito delle formule previste dal galateo, cadute in disuso nel corso degli anni tipo cravatta bianca o abito scuro, ma è sicuramente consigliabile utilizzare delle diciture che non lascino interpretazioni agli invitati. Cercate inoltre di non forzare troppo i propri invitati con il dress code prescelto lasciando loro comunque la libera scelta di aderire senza sentirsi obbligati. Misura e raffinatezza devono essere le linee guida della richiesta nel rispetto di ognuno.

Esterno delle partecipazioni
Per quanto riguarda la corretta scrittura delle buste ci sono poche e semplici regole da seguire:
1- Gli indirizzi devono essere scritti a mano utilizzando una bella calligrafia;
2- Vietato l'uso di ogni tipo di abbreviazione (Sig., Sig.ra, etc.). Ogni parola deve essere scritta per esteso sia nei nomi. nei titoli e nelle vie;
3- Da galateo inoltre sarebbe opportuno evitare la menzione dei titoli (Dottore, Avvocato etc.).

Che formula utilizzare nello scrivere nome e cognome?
1- Se gli invitati non sono amici molto stretti è opportuno utilizzare la seguente dicitura:
Gentilissimo Signor, Gentilissima Signora oppure Gentilissimi Signori
Se invece gli invitati sono amici stretti si può evitare l'uso delle parole Signor, Signora e Signori e utilizzare quindi le diciture:
Gentilissimo, Gentilissima oppure Gentilissimi
2- Anche in questo caso valgono le stesse regole già descritte per l'interno delle partecipazioni: Quando l'invito è indirizzato a una coppia si mette prima il nome dell'uomo e poi quello della donna. Se sono sposati si mette prima il nome di lui poi il nome di lei e il cognome di famiglia.

Considerato inoltre che ormai le casistiche sono numerose vi specifichiamo in breve come scrivere i nomi dei destinatari sulle buste evitando quindi di commettere errori:

Invito per single
Gentilissimo Signore Luca Bianchi Gentilissima Signora Francesca Rossi

Invito a coppia sposata
Gentilissimi Signori Luca e Francesca Bianchi (nome di famiglia)

Invito a coppia convivente non sposata (anche omosessuale)
Gentilissimi Signori Luca Bianchi e Francesca Rossi
oppure
Gentilissimi Signori Luca Bianchi e Giuseppe Neri

Invito a coppia per il quale non conosciamo il nome della compagna/moglie
Gentilissimi Signori Luca Bianchi e Signora

Invito ad una famiglia
Gentilissimi Signori Luca, Francesca, Giuseppe Bianchi
oppure
Gentilissimi Signori Bianchi
Gentilissima Famiglia Bianchi.

Consegna delle partecipazioni
Optate per una consegna a mano delle partecipazioni ai propri invitati, almeno per le persone che sono facilmente raggiungibili. E' un gesto raffinato e di cortesia dei propri ospiti che verrà sicuramente apprezzato.

Vi consigliamo inoltre la lettura dei seguenti articoli per approfondire l'argomento:

Partecipazioni di matrimonio in tempi di covid: idee originali, economiche, eleganti e video;

Partecipazioni di matrimonio fai da te: come crearle on line e risparmiare ai tempi del coronavirus;

Partecipazioni di matrimonio originali: legno, stoffa e PVC trasparente;

Inviti matrimonio: qualche consiglio per non sbagliare.

20 Frasi divertenti e spiritose da mettere nelle partecipazioni per annunciare il vostro matrimonio








Carissimi sposini, è quasi arrivato il fatidico giorno e avete pensato a tutto, nei minimi...

Il momento dell'uscita dalla Chiesa degli sposi è sicuramente uno dei più trionfali ed...

Hanno diritto a chiedere un periodo di assenza retribuita detta congedo matrimoniale, i...


Come di sicuro saprete, tutti coloro che vogliono sposarsi in Chiesa devono necessariamente...

Avere molti bambini intorno nel giorno del matrimonio è davvero meraviglioso, i bambini infatti...

Care sposine, state organizzando il vostro matrimonio nei minimi dettagli e tra mille pensieri e...